Necropoli Abacena

Abacena (Abakainon) era una città che sorgeva in una valle tra l’altopiano di Tripi e l’altopiano di Novara di Sicilia. I primi insediamenti in questa area sono risalenti a circa 18.000 anni a.C. e poi nell’età del bronzo e alla prima età del ferro fino all’arrivo dei Greci. All’epoca di questi colonizzatori, il popolo degli “abacenini” stringeva importanti rapporti commerciali proprio con i colonizzatori con la quale scambiavano i prodotti tipici della terra e della pastorizia con manufatti di terracotta e altri utensili più o meno preziosi. Uno dei primi studiosi e scopritori di questi luoghi fu Tommaso Fazello, grande storici della Siciliano, che nel 1550 e qualche anno dopo svolse due importanti spedizioni archeologiche nella zona rinvenendo antichi oggetti abaceni tra i quali monete antichissime, e delle sepolture risalenti all’inizio del II sec. a.C.

Categoria: Da visitare Categoria: Aree archeologiche

Indirizzo: Strada Falcone-Tripi, km 2.1 da Tripi

Tel.

Email:

Itinerario di appartenenza
Abacena (Abakainon) era una città che sorgeva in una valle tra l’altopiano di Tripi e l’altopiano di Novara di Sicilia. I primi insediamenti in questa area sono risalenti a circa 18.000 anni a.C. e poi nell’età del bronzo e alla prima età del ferro fino all’arrivo dei Greci. All’epoca di questi colonizzatori, il popolo degli “abacenini” stringeva importanti rapporti commerciali proprio con i colonizzatori con la quale scambiavano i prodotti tipici della terra e della pastorizia con manufatti di terracotta e altri utensili più o meno preziosi. Uno dei primi studiosi e scopritori di questi luoghi fu Tommaso Fazello, grande storici della Siciliano, che nel 1550 e qualche anno dopo svolse due importanti spedizioni archeologiche nella zona rinvenendo antichi oggetti abaceni tra i quali monete antichissime, e delle sepolture risalenti all’inizio del II sec. a.C.